I vari stili dell’arredamento da ufficio

Pubblicato in Arredamento
2602-portalinoweb-arredamento da ufficio_800x562Il settore dell’arredamento da ufficio è oggi molto vario e vasto.

Infatti esiste oggi una ampia gamma di mobili e arredi per il proprio ufficio o la propria azienda, da scegliere tra tantissimi stili e design diversi, a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti.

Arredo personalizzato

 Se un tempo gli uffici erano tutti uguali, con arredi standard e monotoni, oggi invece si tende a spaziare anche su stili maggiormente personalizzati e particolari, e le grandi case produttrici di mobili hanno trasposto quella concezione di arredamento degli interni della casa all’arredamento da ufficio.

Benessere e funzionalità

Questo perché anche in ufficio oggi si ricerca non solo la praticità operativa ma anche il benessere di chi vi lavora, con mobili e supporti ergonomici, e ambienti dove sentirsi a proprio agio, il tutto con l’obiettivo che chi sta bene lavora meglio.

Quindi i mobili da ufficio ricercano un equilibrio tra estetica e aspetti funzionali, con una ampia gamma di prodotti che rispecchiano tutti i gusti.

I materiali

Anche nella scelta dei materiali, l’arredamento da ufficio oggi spazia in varie tipologie di materiali, tra legno, metallo, pvc, tessuto e si possono usare colori diversi a seconda dei gusti personali e anche del tipo di attività che vi si svolge.

L’importante è che arredi, colori e complementi di arredo siano in sintonia tra loro e creino un fil rouge che leghi l’insieme in modo armonico ed elegante.

Stili predominanti

Gli stili predominanti sono quello classico, quello contemporaneo e di design, quello moderno, ma oggi tendono a emergere anche lo stile etnico o shabby chic.

Classico

Lo stile classico è maggiormente adatto a studi professionali legali o notarili, magari di professionisti di fama e che vogliono eternare un certo prestigio, che si rispecchi anche su mobili e arredi, ed è maggiormente indicato per uffici presidenziali e direzionali più che spazi operativi.

Questo tipo di arredamento da ufficio vede come materiale predominante il legno, per librerie, scrivanie, tavoli e sedute nelle finiture più calde come essenza di noce, di ciliegio, di rovere e di castagno.

Ci devono essere dettagli retrò come una lampada da tavolo ricercata, tappeto e tende in tonalità calde per dare importanza e sontuosità al tutto.

Contemporaneo

Lo stile contemporaneo è praticamente l’opposto, rispecchia la modernità e il gusto minimal, ideale per aziende moderne e che lavorano su settori tecnologici. Qui i colori di base sono bianco, al nero e loro sfumature, e cristallo trasparente; i materiali utilizzati sono solitamente acciaio, lucido oppure satinato, vetro e pvc, e si utilizzano i dettagli di design e pochi complementi di arredo e ovviamente nel medesimo stile.

Moderno

Lo stile moderno è quello dell’arredamento da ufficio più richiesto, con linee leggere e standard, che utilizzano legno come anche materiali innovativi, e arredi con rifiniture lucide, opache o effetto legno, senza esagerazioni, con dei tocchi di colore e accessori di design, e pareti in tinta.

Etnico

Gli amanti dello stile etnico potranno sbizzarrirsi nel creare un ufficio ad hoc che rispecchi i loro gusti in tema, inserendo elementi etnici come più piace, quindi materiali naturali, in particolare legno di teak, di vimini o bambù, in pelle o cotone, e utilizzeranno colori caldi nel tono marrone testa di moro, rosso arancio e sabbia.

Anche la luce deve essere calda, e ci vanno dei dettagli ornamentali come sedute di tessuto animalier, tappeti simili, statuette tribali, sottomano in pelle, cornici di bambù.

Shabby chic

Infine oggi spopola lo stile shabby chic, che sembra possa essere inserito anche nell’arredamento da ufficio. Questo stile viene dagli Stati Uniti e indica un ritorno al passato rustico e semplice e con un tocco di romanticismo. Il materiale predominante è il legno e il metallo, e la particolarità è che arredi e accessori di questo stile devono avere un aspetto vissuto (infatti “shabby” significa in americano trasandato, in cattivo stato), e quindi si usano elementi ad “effetto anticato” o anche oggetti antichi restaurati.

È preferito dal pubblico femminile, per le sue tinte pastello, i motivi floreali predominanti e linee morbide.

E voi quale stile preferite per il vostro ufficio?