Come organizzare la ristrutturazione dell’ufficio puntando su un arredo ufficio economico ma di qualità.

Pubblicato in Arredamento
ristrutturazione-ufficio_800x450La ristrutturazione dell’ufficio è un momento che, prima o poi, arriva per tutti coloro che gestiscono un’attività.

I  motivi possono essere diversi: cambio dell’attività, cambio della proprietà, riorganizzazione aziendale, necessità di adeguarsi alle nuove norme in materia di sicurezza e così via.

Molte persone vivono questo passaggio come una “tragedia” e così questa attività viene spesso rimandata, almeno finchè è possibile farlo.

È vero la ristrutturazione di un ufficio è fonte di stress, comporta la gestione di problematiche continue e richiede investimenti.

Nonostante tutto non deve assolutamente essere sottovalutata: l’ufficio deve essere visto come un mezzo per esprimere i valori e la personalità dell’azienda e, soprattutto, deve essere un luogo dove TUTTI si sentono a proprio agio.

Perciò se anche tu che leggi stai organizzando la ristrutturazione del tuo ufficio e sei alla ricerca di consigli validi, non devi fare altro che prendere appunti.

In questo articolo potrai trovare consigli su come organizzare la ristrutturazione e su come scegliere un arredo ufficio economico di qualità.

Come gestire la ristrutturazione di un ufficio

La prima cosa da fare quando ci si trova a gestire una situazione di questo tipo è individuare le proprie necessità.

L’ufficio ha bisogno soltanto di una rinfrescata alle pareti?

L’arredamento attuale esprime chiaramente la personalità dell’azienda?

Oppure anche l’arredamento deve essere cambiato perché troppo vecchio?

Queste sono alcune delle domande a cui ti consiglio di dare una risposta per iniziare a definire il tuo progetto.

Dopo aver individuato i lavori necessari e le modifiche da apportare, il secondo passo consiste nel risolvere le questioni burocratiche.

Controlla che TUTTO nel tuo ufficio sia conforme a quanto stabilito nella normativa di riferimento ed affidati ad un tecnico abilitato in modo da non tralasciare nulla.

Successivamente inizia a contattare i fornitori e i professionisti di cui hai bisogno: muratori, elettricisti, idraulici, in moda da organizzare e coordinare i lavori.

Questo comporta mettere da parte per qualche periodo la propria mansione principale e dedicarsi a questo progetto, avendo cura di coordinare personalmente tutti i lavori: stabilisci una tabella di marcia da seguire con una previsione di quelle che saranno le tempistiche.

Probabilmente, arrivato a questo punto dell’articolo, starai pensando di rimandare tutto a data da destinarsi, ma ti invito a non abbandonare il tuo progetto: ricorda che questo avrà degli effetti più che positivi sul tuo BRAND!

Un arredo ufficio economico NON vuol dire rinunciare alla qualità

La maggior parte delle persone è convinta che scegliere un arredo ufficio economico voglia dire, per forza, rinunciare ad acquistare mobili di qualità.

SBAGLIATO!

La prima cosa da fare è fare una valutazione del rapporto qualità/prezzo sulla base dell’utilizzo di quel determinato prodotto, sia esso una scrivania oppure una seduta o altro.

Immagina di dover acquistare delle sedie per l’ufficio della tua segretaria che svolge un lavoro part-time (quindi in media lavora circa 6 ore al giorno) e delle sedute per i dipendenti che si occupano dell’assistenza nella tua azienda.

Questi ultimi trascorreranno sicuramente più tempo in azienda e, soprattutto, al telefono quindi avranno bisogno di una seduta con una qualità nettamente maggiore rispetto alla tua segretaria che, invece, lavorerà meno ore.

Quello che voglio dirti è: quando scegli i mobili per il tuo ufficio valuta sempre quello che sarà il loro utilizzo futuro.

Quindi sarà più conveniente ed economico acquistare per i ragazzi dell’assistenza sedute con un costo maggiore ma di qualità: salvo imprevisti non sarai costretto a cambiarle dopo poco tempo!

Non sempre eseguire questa valutazione è facile, soprattutto per una persona non esperta: per questo ti consiglio di affidarti sempre ad un fornitore che sia anche un buon consulente capace di trovare il giusto compromesso tra qualità a prezzo.

Sostenibilità ed efficienza energetica al PRIMO POSTO

La ristrutturazione dell’ufficio non è solo un occasione per rendere l’ambiente più confortevole e per migliorare la propria immagine.

Sfrutta questa attività per abbattere anche i tuoi consumi energetici.

Tenendo sempre conto del budget a tua disposizione, verifica che tutti gli impianti esistenti siano a norma e nel caso prendi provvedimenti.

L’efficienza energetica è un obiettivo molto importante da raggiungere per qualsiasi impresa.

Cura i dettagli: ottimizza gli spazi e “studia” il colore delle pareti e dei complementi di arredo

La cura dei dettagli è un altro aspetto fondamentale da curare.

Modifica il tuo ufficio cercando di ottimizzare gli spazi.

Per esempio se ritieni che in futuro potresti aver bisogno di modificare ulteriormente gli spazi, utilizza soluzioni alternative per organizzare gli spazi come pareti divisorie mobili oppure librerie mobili.

Fai inoltre molta attenzione alla scelta del colore delle pareti e devi vari complementi di arredo: questo aspetto infatti influisce molto sullo stato d’animo e sulla produttività dei dipendenti.

L’articolo è finito.

Non perdere altro tempo e corri a dare un volto nuovo al tuo ufficio:  non te ne pentirai!