La pre-produzione: cuore e fondamento della produzione di un film

Pubblicato in Costume e Società

tarantinoL’elemento primo, quello che dà il là alla produzione filmica, quello che forse riveste il ruolo principe nella riuscita o meno di un progetto cinematografico è senz’altro la preproduzione. Questa è la fase in cui l’idea proveniente dalla mente di una persona diviene soggetto, si fa reale  tramite il suo sviluppo pratico da parte della stessa persona o da un gruppo di altre persone.
Lo stesso soggetto, una volta scritto e specificato in maniera dettagliata diviene una vera e propria sceneggiatura.

Questa contiene la trama del film esplicitata in maniera tecnica in modo che risulti da guida, come documento tecnico insomma, per tutti i settori della produzione cinematografica come la ripresa, la recitazione, gli effetti speciali, la scenografia, i costumi etc. Per questo motivo la sceneggiatura è scritta in maniera schematica e concreta con scene ben definite da dialoghi degli attori e addirittura con i loro movimenti.

Non da ultimo la sceneggiatura fa da guida al regista che è il responsabile artistico del film sotto ogni profilo. Per questo motivo lo sceneggiatore ed il regista sono due tra le figure più importanti per la riuscita di un buon film e devono essere creative, concrete e ben preparate. Se avete intenzione di fare un film, scegliete sempre personalità che abbiano frequentato almeno un’ accademia regia Roma.
Il regista appunto è colui che trasforma la sceneggiatura al film vero e proprio. E’ qui che interferisce con tutte le sue esperienze, la sua creatività, con le sue scelte artistiche e visive, le inquadrature, la durata di queste ultime, l’interpretazione degli attori. Tutto il film è poi permeato dalla sua visione e mai potrebbe essere altrimenti. Ugualmente il regista è colui che coordina tutte le maestranze sul set facendo si che tutti cooperino all’obiettivo comune, e ancora prima di questo si occupa della scelta del cast e della troupe che lavoreranno al progetto.

Ancora lo storyboard, quindi la grafica delle scene da eseguire e la scelta delle giuste location tramite sopralluoghi. Tutto questo non è per nulla facile e richiede preparazione ed esperienza, non che molta cultura. L’aver frequentato almeno una scuola regia Roma potrebbe essere un elemento di differenza in termini di preparazione.

Di questo e di altro è fatta la preproduzione, il resto è soltanto una conseguenza derivante dall’esecuzione di quest’ultima. Va da sé che se la prima parte ha delle lacune o degli errori, se “non regge” come si dice in ambito cinematografico, sarà tutto il film a risentirne.