Veicoli a guida automatica: scopri come funzionano i carrelli AVG e le loro principali funzioni

Pubblicato in Prodotti e Servizi
OLYMPUS DIGITAL CAMERAUtilizzare veicoli a guida automatica vuol dire effettuare lo spostamento di merci e materiali in totale sicurezza, sia all’interno del sito produttivo che dall’interno verso l’esterno.

Se stai pensando di valutare l’acquisto di carrelli AVG per la tua azienda ti consiglio di continuare a leggere questo articolo: di seguito ti spiego come funzionano questi veicoli a guida automatica e quali sono i loro principali utilizzi.

Veicoli a guida automatica: l’utilità del movimento senza contatto.

Utilizzare veicoli a guida automatica vuol dire usufruire di mezzi che si spostano all’interno della propria azienda senza il bisogno di batterie, zone di smaltimento e stazioni di ricarica: tutto questo è possibile grazie all’utilizzo della tecnologia AGV.

I motivi che dovrebbero spingerti ad acquistare dei veicoli a guida automatica sono:

  • la possibilità di ottimizzare i tuoi processi produttivi;
  • la possibilità di ridurre i costi;
  • un incremento della sicurezza ed una conseguente riduzione dei rischi.

Purtroppo molte aziende ignorano questi aspetti, sottovalutando la loro importanza ai fini della competitività.

Carrelli AVG: come funzionano.

Il sistema AVG sposta merci e materiali seguendo percorsi suddivisi in segmenti: questi veicoli sono dotati della capacità di cambiare direzione se in presenza di incroci  ed ostacoli.

In alcuni casi sono previsti dei tragitti alternativi per eseguire alcuni interventi di manutenzione veloci, così da garantire la massima sicurezza durante l’orario lavorativo.

Un ruolo importante è svolto dal sistema di comunicazione integrato, grazie al quale vengono definiti tutti i parametri necessari per coordinare il movimento dei veicoli a guida automatica.

In pratica la navetta AGV funziona come una motrice che traina uno o più carrelli e, nel momento in cui arriva a destinazione, può:

  1. sganciare il carico trainato e prenderne su uno nuovo;
  2. rimanere in attesa dello svuotamento o del caricamento dei carrelli;
  3. attendere la fine dell’esecuzione dell’eventuale processo in corso.

Un’altra funzione che i veicoli a guida automatica svolgono è quella di asservimento ad un’area di picking, all’interno di quella che è la gestione della logistica di magazzino.

In questo caso le navette AGV vengono adattate il sequenziamento oppure il reintegro dei componenti trasportati e possono muoversi e velocità ridotta oppure arrestarsi in determinati punti del percorso.

 

Ogni navetta è solitamente dotate di un terminale sul quale vengono mostrate le tipologie e le quantità di materiali o componenti che devono essere prelevate: non avrai più bisogno di utilizzare carta per prendere appunti.

 

I veicoli a guida automatica possono inoltre essere utilizzati per spostare carrelli tra le diverse stazioni operative, per esempio dall’area di assemblaggio a quella di lavorazione.

Possono poi essere utilizzati per il trasporto di casse, cestelli e pallets: in questo caso però ogni navetta deve essere progettata seguendo parametri precisi così da potersi spostare anche all’esterno del sito produttivo.

Infine i carrelli AVG possono essere utilizzati come stazioni operative di montaggio: sei tu a decidere la velocità di movimento così da realizzare linee di montaggio flessibili e slegate da strutture fisse.