Quando è possibile fidarsi di un’azienda di serramenti e di un suo preventivo di spesa

Pubblicato in Prodotti e Servizi
infissi-ferramenta_800x533Ottenere preventivi non è difficile, anche grazie ad internet, ad esempio se siamo di Milano ci basterà utilizzare Google cercando la frase “serramenti Milano” per ottenere un elenco di aziende del capoluogo lombardo a cui chiedere preventivo di spesa per infissi in pvc o alluminio o anche in legno… ma la questione è: sappiamo cosa chiedere?

Conosciamo realmente le nostre esigenze e di conseguenza gli infissi che meglio riescono a soddisfarle.

Ad esempio, nel caso in cui viviamo in una città particolarmente congestionata necessiteremo di serramenti che garantiscano un ottimo isolamento acustico, molto più di quanto abbisognino persone che vivono in zone tranquille o soggette a traffico limitato.

Allo stesso modo, persone che risiedono in contrade molto isolate e scarsamente frequentate preferiranno comprensibilmente il montaggio di infissi blindati che garantiscano un alto livello di sicurezza, al contrario di quanti vivono in zone continuamente bazzicate oppure ai piani alti di palazzine che magari godono pure di personale di sorveglianza.

E ancora diverse saranno le nostre esigenze nel caso in cui vivessimo nel Nord Italia, da Bolzano a Brescia a Modena, dove sarebbe auspicabile propendere per prodotti che minimizzano le dispersioni di calore (e quindi infissi a taglio termico in caso di porte e finestre in alluminio, doppi e tripli vetri, etc.), rispetto a cosa accadrebbe se vivessimo a Napoli, Sassari o Palermo, cioè nelle zone calde della nostra Penisola, dove forse sarebbero più appropriati infissi che montano vetri basso-emissivi.

In definitiva, solo avendo chiare queste necessità si potrà sperare di acquistare prodotti ad hoc per noi, e solo nel momento in cui la ditta di installazione degli infissi ci pone domande finalizzate proprio a far emergere tali bisogni possiamo sperare di aver trovato il fornitore giusto per noi e di ricevere un preventivo adatto e calzante per la sostituzione dei serramenti di casa.

Quindi, diffidiamo da serramentisti/rivenditori che non ci interrogano in merito ai vantaggi che puntiamo ad ottenere, e che omettono di discutere delle cifre che intendiamo investire: è chiaro che non essendo degli esperti non saremo precisi a riguardo, ma un range o comunque un limite massimo da non oltrepassare tassativamente rappresenta una bussola importante per i professionisti che dovranno assisterci.

E parliamo di assistenza proprio perché le maestranze alle quali ci rivolgiamo non dovrebbero essere solo quelle che si occupano del montaggio dei prodotti, ma quelle che a monte ci aiutano nella scelta, a partire da quella dei materiali, illustrandocene pro e contro: se ad esempio non vogliamo in alcun modo rinunciare agli infissi in legno è loro compito metterci a parte della necessità di interventi manutentivi più frequenti rispetto agli omologhi in pvc.

L’ultimo accorgimento da adottare è quello di farci realizzare più preventivi di spesa per l’installazione di nuovi serramenti domestici: il numero ideale è tre, ognuno dei quali redatto rigorosamente riportando i prezzi singoli di tutte le voci di spesa (prezzo di vendita, eventuale scontistica o offerta concessa, iva, trasporto, montaggio, accessoristica, ferramenstisca, etc.) oltre ovviamente al prezzo totale.