Dove andare in Stati Uniti in primavera

Pubblicato in Turismo

aprire-societa-usa-5-step-slider_800x362Gli Stati Uniti per noi europei sono una meta affascinante: per certi versi conosciamo già le grandi città del Nord America, specie New York, per averle viste tante volte immortalate nei film.

Ma poter conoscere la realtà americana da vicino è un privilegio unico, e farlo in primavera, quando nuova vita esplode nei campi e sugli alberi, è ancora più piacevole.

Certo, bisogna sempre preparare la valigia tenendo ben presente la meta specifica verso la quale si è diretti, perché gli USA sono davvero molto grandi e se si sceglie l’assolata California sicuramente il clima sarà piacevole, ma potrebbe ancora essere rigido a Washington DC o in stati più settentrionali, come il Montana o il Minnesota.

Di solito però, se si hanno diversi giorni di tempo per visitare gli States (ed è consigliabile che sia così, altrimenti non si avrà modo di vedere molto) vengono consigliati dei viaggi on the road, che li attraversino toccandone i punti topici.

Stati Uniti coast to coast

La formula di viaggio più gettonata da chi vuole fare un viaggio negli USA scoprendone la vera anima, al di là delle differenze locali, è un percorso che parte dalle coste dell’Oceano Atlantico per arrivare a quelle dell’Oceano Pacifico.

Per farlo, la strada da seguire dopo aver noleggiato una macchina è la mitica Route 66. Questa strada venne costruita agli inizi del Novecento, attraversa otto stati (Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona e California) collegando Chicago a Los Angeles.

Lungo il percorso si incontrano alcuni luoghi simbolo della letteratura e del cinema americano e si attraversano ben 3 fusi orari. In alternativa, per chi non ha tanti giorni a disposizione la città che deve essere assolutamente visitata perché, in un certo qual modo, simboleggia tutte le caratteristiche degli USA, è la Grande Mela, New York, che è particolarmente affascinante a primavera.

Il primo omaggio da rendere è a Miss Liberty, la Statua della Libertà, che è giunta fin qui dalla vecchia Europa per salutare chiunque entra nel porto sul fiume Hudson per partire all’esplorazione dei quartieri di New York.

Per chi ama la natura, infine, l’America del Nord offre moltissimi spunti di visita per la presenza di meravigliosi parchi nazionali, come quello di Yellowstone (Wyoming) o quello di Yosemite (California).

Come prepararsi ad un viaggio negli USA

In qualunque modo si pianifichi il viaggio verso gli USA, prima di partire è necessario espletare alcuni adempimenti necessari per poter passare i controlli aeroportuali senza intoppi. Oltre al passaporto internazionale è necessario aver compilato anche l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization).

Si tratta di un documento che si può richiedere on line e si ottiene in pochi minuti, ma è sempre bene fare tutta la procedura con largo anticipo per non incorrere in spiacevoli inconvenienti. Attraverso il sito Application-esta.us si devono inserire i propri dati, compilare il questionario e poi pagare la tariffa richiesta.

L’ESTA deve essere richiesto da tutti, anche dai bambini piccoli, a patto che si preveda che il viaggio non duri oltre i 90 giorni e sia esclusivamente per lavoro o per svago.