Viaggiare in aereo: come scegliere l’aeroporto

Pubblicato in Turismo

pexels-photo-59519_800x534Viaggiare in aereo è da tempo la modalità preferita da tutti i turisti del mondo perché affascinante, comoda e più rapida rispetto ad automobili e treno. In aereo raggiungere luoghi lontani non è un’impresa così impossibile.

In questo scenario, un ruolo prezioso lo svolge l’aeroporto da cui si parte e in cui si atterra, che deve rispondere alle esigenze e alle necessità dei viaggiatori. Proprio per questo motivo ognuno ne ha uno preferito.

Secondo la classifica degli aeroporti migliori al mondo 2018 realizzata di eDreams, il primo posto lo occupa quello di Singapore Changi, considerato da molti eccellente per i suoi servizi di ristorazione, shopping e sale di attesa. Non è una sorpresa trovare la struttura asiatica sul primo scalino del podio, considerato che è celebre da sempre per la sua struttura bellissima e moderna che, a quanto pare, i turisti hanno confermato anche quest’anno.

Criteri con cui scegliere un aeroporto

Un aeroporto deve essere il più vicino possibile alle esigenze dei viaggiatori, non soltanto per permettere alla vacanza di partire con il piede giusto, ma anche per una motivazione più pratica relativa alla comodità e alla tranquillità durante il viaggio. Qualunque sia, infatti, il tipo di viaggio intrapreso, anche l’aeroporto deve rispecchiare lo stile della vacanza che si vuole fare.

I criteri con cui si sceglie un aeroporto variano da persona a persona, nello specifico però possono essere fatti risalire a qualche categoria ben precisa. Sicuramente c’è quella dei servizi come la ristorazione e la rapidità dell’imbarco, quella dell’opportunità di fare shopping e quella delle sale d’aspetto. Quest’ultimo elemento rappresenta uno dei luoghi più frequentati dai viaggiatori, proprio per questo deve essere comodo, pulito e rendere l’attesa piacevole. Spesso una struttura è valutata positivamente proprio per come sono gestite le sale d’attesa.

Altro criterio utile per scegliere l’aeroporto sono le varie compagnie aeree che lo utilizzano. In base a queste avviene la scelta del viaggiatore, che spesso si affeziona a una determinata linea aerea e poi tende a utilizzare sempre la stessa nel corso degli anni.

Una scelta sempre nuova   

Quella dell’aeroporto, invece, è una scelta sempre nuova perché a ogni viaggio cambia la meta e quindi cambia anche la struttura di riferimento con i servizi e gli elementi che la caratterizzano.

L’unica struttura che spesso non cambia è quella di partenza che si sceglie per la vicinanza da casa. Se la scelta viene fatta su questo criterio, chiaramente l’aeroporto da cui partiamo sarà lo stesso per ogni viaggio. Un vantaggio da una parte, perché conoscendo la struttura è più facile destreggiarsi al suo interno, ma anche uno svantaggio perché questo frena la possibilità nella scelta della destinazione finale. I servizi che la struttura propone e le compagnie aeree sono troppo importati per non essere prese in considerazione da ogni viaggiatore, in particolare da quelli che vogliono sempre esplorare nuove destinazioni. In questo caso è sempre consigliabile scegliere un aeroporto in base ai suoi collegamenti e non tanto per la vicinanza da casa.